Da non perdere
  • Home
  • Guide
  • I giochi FPS più sottovalutati degli ultimi 5 anni, guida

I giochi FPS più sottovalutati degli ultimi 5 anni, guida

Scritto da in data 7 Luglio 2021 0 70 Views

Scopriamo alcuni titoli FPS dimenticati per dargli un altro colpo in canna.

Puntare e fare clic con finezza è uno degli input più essenziali e soddisfacenti forniti dai nostri adorabili computer da gaming, quindi oggi noi di Gamemara faremo emergere, per celebrare, i migliori giochi FPS pubblicati ormai da decenni.

Precisiamo che che con la quantità di nuove uscite che cresce anno dopo anno, ne perderemo solo alcuni. Non possiamo aspettarci che il meglio del meglio emerga dal niente, quindi diamo uno sguardo indietro nel tempo e scegliamo alcuni degli sparatutto più sottovalutati degli ultimi cinque anni. Fateci sapere se abbiamo omesso qualcosa!

Lovely Planet Arcade | 2016

Lovely Planet Arcade è una versione ridotta di vecchi sparatutto ad asse orizzontale come Doom, con piccoli livelli completamente pieni di nemici e trappole. Soffermati sulla visuale di un nemico per un secondo e il gioco è fatto. Con nient’altro che un lento ondeggiare e un fucile a pompa, il successo deriva dalla memorizzazione della posizione dei nemici e dal contrattaccare ciascuno con colpi perfettamente mirati e a tempo.

Se sembra noioso, non lo è. C’è un ritmo invisibile per ogni livello, e man mano che vengono stratificati regole e nemici, scoprirai caratteri sempre più nuovi di gioco.

House of the Dying Sun | 2016

È uno sparatutto spaziale, ma House of the Dying Sun non è una gioco simulativo, infatti si presenta più come un FPS, favorendo un’azione veloce e brutale rispetto ai soliti combattimenti prolungati. Le battaglie sono intense e punitive, ancora di più quando inizi a passare attivamente da una nave all’altra della tua flotta. Pensalo un po’ come Homeworld in prima persona, dove sei quello nella cabina di pilotaggio che naviga lungo l’infinito spazio, sparando di qua e di là.

LawBreakers | 2017

LawBreakers, uno sparatutto arena che integra abilità di movimento e mire fatte con il mouse che amiamo negli sparatutto classici, con un design basato sulla classi che è in gran parte un aspetto additivo.

Ma questo era il 2017, quando sembrava che gli sparatutto multiplayer fossero in attesa, tranne per Overwatch, impenetrabile e incrollabile. La fortuna per LawBreakers non è stata dalla sua parte: PUBG sarebbe apparso un paio di mesi dopo, il che ha generato abbastanza rumor e fervore da soffocare completamente l’interesse per qualsiasi nuovo sparatutto che non fosse un battle royale. LawBreakers ha faticato a trovare un pubblico e si è spento completamente nel settembre del 2018. Non possiamo più giocarci, ma dobbiamo dichiararlo per la cronaca: LawBreakers è stato un bel gioco per quello che è durato, peccato.

Rage 2 | 2019

Rage 2 non è esattamente un gioco spazzatura, ma nonostante la sua natura ripetitiva e la sua storia terribile, è un ottimo sparatutto. Laddove mancano sfumature narrative e complessità tattiche, offre da ogni angolo una soddisfazione visiva e uditiva da cervello di una lucertola. Abbina il tutto a colpi di terra, svolazzi al rallentatore, potenti attacchi in mischia e monster truck con mitragliatrici, e hai un bel motore 6 cilindri tra le mani. È una gioia di FPS caoticamente buffa, pura ed espressiva.

Rising Storm 2: Vietnam – Green Army Men | 2019

Green Army Men è iniziato come un evento natalizio gratuito creato dalla comunità per il wargame a 64 giocatori di Tripwire. Ripubblicato come DLC più completo e realizzato da modder, rinnova e ridimensiona lo sparatutto in mappe giganti in stile de_rats: un cortile, un pavimento festivo in soggiorno, una festa in piscina. Ti ritrovi ad Installare una mitragliatrice sulla ringhiera e difendere il tuo albero di Natale in girdino.

Il tema del soldatino disinnesca parte della serietà di Rising Storm (è semplicissimo individuare nemici di plastica verde brillante o blu), ma i meccanismi di tiro, volteggio e gli scontri a fuoco sono grintosi e rimangono intatti in tutto il gameplay. Non c’è niente di più entusiasmante di guidare un combattente a tema soldatini, ed essere mitragliato da un elicottero d’attacco di plastica, no?

Dread X Collection: The Hunt | 2021

The Hunt è un’eccellente antologia horror FPS con sette piccoli giochi di sviluppatori che speriamo di conoscere ancora tra un decennio. Ognuno ha un affascinante tema che inquadra l’horror videoludico in modi sorprendenti. Il sistema di ricarica lento e realistico di The Fruit rende un singolo nemico traballante una minaccia molto più imponente. Rose of Meat gioca con i sistemi ragdoll e le geometrie amorfe dei videogiochi per realizzare un’istantanea di sopravvivenza surreale e sconvolgente. Uktena 64 usa le sembianze di un vecchio gioco di caccia per uccidere qualche selvaggio orrore dei tempi.

Insomma, ogni gioco è un piacere, The Hunt però rimane ancora inesplorato.

Anger Foot | 2020 (in sviluppo)

Anger Foot, una gioco caratterizzato dalla meccanica del run, con una caratteristica molto simpatica, ovvero quella di dare a calci i nemici e le porte che volano via per brutalizzare i volti degli alligatori con mazze da baseball. La musica poi, che pompa forte il tuo tempo, rende il gameplay molto pulito e frenetico.

Ogni calcio è fatale. Una volta che hai finito i proiettili, puoi scagliare quella pistola contro il nemico successivo per poi tornare a calciare più scatenato di prima. Tutto fantastico vero?

Receiver 2 | 2020

Receiver 2 è il sequel di Receiver, ancora una volta sviluppato da Wolfire Games. Il gioco è stato rilasciato il 14 aprile 2020.

Come l’originale, pone il funzionamento e la meccanica delle armi da fuoco al centro della scena come fulcro del gioco. Se si desidera ricaricare, ad esempio, è necessario rimuovere il caricatore dall’arma, inserire i proiettili, reinserire il caricatore e tirare il carrello per incamerare un colpo.

Il gioco presenta le stesse pistole presenti nell’originale (Colt M1911A1, Smith & Wesson Model 10 e Glock 17 con FSS-G Fire Select), ma ne aggiunge anche 6 nuove: Colt Detective Special, SIG Sauer P226, Beretta 92FS, Desert Eagle, Hi-Point C-9 e Colt Single Action Army.

Dopo un’ora o due di armeggiare con le ricariche, inizi a imparare l’ordine delle operazioni e a tenere le tue armi come un professionista. È un gioco affascinante e spietato che richiede perfezione per portarlo a termine.


Voi cosa ne pensate? Meritano un ritorno nella nostra libreria Steam?

Fr3nkMara
  Guide
Copyrighted.com Registered & Protected