Da non perdere

I migliori programmi per registrare lo schermo del PC

Scritto da in data 3 Aprile 2021 0 395 Views

Nei paragrafi che seguono ti illustrerò brevemente i migliori programmi per registrare lo schermo del PC

Non sempre i programmi di cui disponiamo sui nostri computer sono in grado di risolvere tutte le nostre esigenze di salvataggio e gestione dei dati. Quindi siamo appassionati di videogiochi, oppure vogliamo fare dei tutorial mostrando ciò che facciamo con il computer, o più semplicemente vogliamo far vedere a un amico come scaricare un’app o usare un programma. Come fare? Semplice, basta usare uno dei tanti software per registrare lo schermo.

Esiste una soluzione – per la verità non molto praticata dagli utenti domestici – che consente di superare in parte questi problemi attraverso un ingegnoso stratagemma: poiché tutto quel che visualizziamo sui nostri PC passa necessariamente dallo schermo, un’idea intelligente potrebbe essere quella di catturare l’output video di questa periferica per reindirizzarlo direttamente verso un file, salvandolo in un formato facilmente accessibile.

Questa soluzione non è affatto nuova, per inciso, ma risale agli albori dell’home computing: ancora oggi, infatti, molti comandi di sistema sul prompt dei comandi di Windows, di Linux o di macOS consentono di trasferire il risultato dell’elaborazione direttamente su di un nuovo file di testo, semplicemente digitandone il nome dopo il segno >. L’unica differenza rispetto a quella tecnologia, pensata in tempi in cui i computer erano privi di interfaccia grafica, è che oggi abbiamo il bisogno di salvare dei contenuti multimediali in forma di video, giacché le informazioni sono mostrate sullo schermo in forma grafica e dinamica.

Dopo questo breve preambolo, nei paragrafi che seguono ti illustrerò brevemente i migliori programmi per registrare lo schermo del PC.

Aspetto giuridico delle registrazioni dello schermo

Registrare il tuo schermo, che riproduce tue personali attività (ad es. tu che digiti una lettera, o che disegni) è ovviamente un’attività lecita; dovrai solo stare attento alla possibilità che nel video possano comparire come soggetto principale immagini e/o contenuti di proprietà altrui, come video di YouTube, immagini e/o loghi riconducibili a terzi, etc., perché non ne sei proprietario e non puoi diffondere dei contenuti che non ti appartengono.

Ciò vale anche per l’ipotesi in cui il contenuto del video non sia effettivamente tuo anche se rivolto a te, ad es. perché vi compaiono attività di altre persone, come videochiamate, videolezioni universitarie o scolastiche, etc.: in tutti questi casi, dovrai munirti dell’autorizzazione espressa, da parte delle persone ritratte, a procedere alla registrazione, oltre ad un’ulteriore autorizzazione a farne determinati usi (postarle su internet, far vedere la registrazione ad altri, etc.).

Le ragioni per cui devi agire così sono molto varie, e dipendono dalla situazione specifica; in generale però, considera che tutti i docenti (di qualunque tipo) sono titolari di un diritto specifico chiamato «libertà d’insegnamento», che per essere tale deve garantire loro il controllo sulla diffusione delle loro lezioni.

In tutti gli altri casi, oltre al diritto alla riservatezza, senz’altro può intervenire anche il diritto alla proprietà intellettuale. Se quindi hai dubbi sulla liceità della registrazione che vuoi porre in essere, chiedi alle altre persone coinvolte di autorizzarti come ti ho detto sopra, oppure rivolgiti al tuo legale di fiducia.

Requisiti e attrezzatura

La registrazione dello schermo consiste nella cattura dell’output restituito dalla scheda video al monitor: per intenderci, è un po’ come collocare un cellulare davanti ai nostri occhi, adoperandolo per registrare esattamente quel che vediamo.

Nel caso specifico, però, trattandosi di output video, tipicamente non è compreso l’audio: nella quasi totalità dei casi, come vedremo, esso verrà catturato indirettamente dalle casse tramite un microfono, di cui dovrai necessariamente dotarti. In alternativa, potresti montare l’audio sul video in un secondo momento.

Se poi intendi comparire nel video, ad esempio perché stai registrando una sessione di gaming a doppia finestra, dovrai ovviamente munirti anche di una webcam.

App e programmi per registrare lo schermo del PC

Come ti ho già suggerito, tutte le applicazioni desktop per la registrazione dello schermo sono di terze parti, benché alcune siano preinstallate su specifiche distribuzioni Linux o macOS.

Ora, ti elencherò alcune tra le migliori app di screen capture disponibili in rete. È chiaro che le loro stesse funzioni sono presenti anche in molte altre, che potrai scaricare gratuitamente su Internet, giacché si tratta di un settore con diverse soluzioni open-source.

CamStudio

CamStudio è il software più famoso disponibile in ambiente Windows; è gratuito e puoi scaricarlo da questo link.

Moltissime applicazioni di registrazione dello schermo sono, nelle intenzioni o nei fatti, una copia di questa applicazione, assai spartana e non sempre effettiva, ma di grande versatilità.

VLC

VideoLan Media Player (VLC) è un’app multipiattaforma gratuita che, tra l’altro, consente di catturare un video dello schermo e di salvarlo in formato mpg.

Anche se non è stata pensata espressamente per questo scopo, VLC riesce a dare degli ottimi risultati, e puoi scaricarla tramite questo indirizzo.

OBS

Open Broadcaster Software (OBS) è un’applicazione multipiattaforma gratuita, pensata soprattutto per lo streaming e la registrazione video in diretta.

La puoi scaricare da questa pagina.

Adobe Captivate

Se cerchi una soluzione professionale, ad es. perché la registrazione dello schermo ha fini didattici e devi creare contenuti complessi, puoi considerare la possibilità di acquistare Adobe Captivate, un’applicazione estremamente potente, pensata proprio per facilitare l’e-learning.

L’applicazione è concessa in abbonamento, ma è disponibile una versione di prova gratuita in questa sezione del sito di Adobe.

Camtasia

Camtasia è una suite software, creata e pubblicata da TechSmith, per la creazione di video tutorial e presentazioni direttamente tramite screencast o tramite un plug-in di registrazione diretta su Microsoft PowerPoint. Lo puoi scaricare in formato free trial qui.

Registrazione schermo PC in alta qualità

Il problema della qualità audio/video della registrazione schermo è piuttosto complesso, perché dipende da numerosi fattori, come la qualità della scheda video e, se adoperi un servizio di streaming, la velocità della connessione internet ed il tempo di risposta del server di destinazione (ping).

In generale, non ti aspettare un’elevata qualità da formati compatti come i video Flash. Per ottenere buoni risultati, infatti, dovrai rivolgerti sempre a formati molto pesanti, come l’AVI, che però comportano anche un notevole sovraccarico della RAM in fase di registrazione, oltre che del disco rigido del tuo PC.

Tutto sommato, però, con un buon PC, dovresti riuscire ad utilizzare i programmi che ti ho consigliato per catturare/editare i video, nonché a trasmettere le tue sessioni di gioco in diretta streaming.

Fr3nkMara
Copyrighted.com Registered & Protected