Da non perdere

Il Galaxy Book Pro 360 di Samsung è straordinariamente sottile e leggero

Scritto da in data 24 Maggio 2021 0 256 Views

La sfida al MacBook Air di Apple passa per il nuovo standard di rete e una serie di funzionalità che rendono il Galaxy Book Pro 360 da 13 pollici un prodotto unico nel suo genere.

Il 2020 ha segnato il ritorno di Samsung nel mondo dei computer portatili con il Galaxy Book S, un prodotto che ha immediatamente mostrato l’approccio dell’azienda sudcoreana: dimensioni ultra compatte, possibilità di connettersi a internet da qualsiasi luogo anche senza Wi-Fi. Una strada percorsa anche quest’anno con il nuovo Galaxy Book Pro 360, appena presentato. Un notebook basato su Windows 10 che fa della leggerezza e del supporto allo standard di rete 5G i suoi due punti di forza.

Sono tempi duri per i produttori di notebook storici. Da una parte la crisi dei semiconduttori, che rallenta la produzione e quindi le consegne, dall’altra la difficoltà nel vendere quei prodotti che fanno guadagnare, la fascia “premium”. Con i notebook da 500 euro, quelli da volantino per intenderci, si guadagnano quote di mercato ma non si fanno troppi soldi, e vendere oggi un notebook a più di 1.000 euro è sempre più difficile. Se togliamo Apple, che è la regina dei 13” sopra i 1000 euro, gli altri produttori faticano e non poco. Questo perché, in tutti questi anni, i notebook sono sempre stati una pura scheda tecnica, e se da anni si parla di mobilità, di lavoro connesso e di portabilità nessuno ha mai pensato di spingere sul fronte della connettività e di vedere il notebook come un anello di un sistema di prodotti. Questo perché molti produttori di notebook, alla fine, producono solo computer, e niente altro.

Qualcuno, in Corea, si dev’essere chiesto per quale motivo Samsung, che vende milioni e milioni di Galaxy di fascia alta, che produce modem 5G e processori, che è il maggior produttore di OLED al mondo, non riesca anche a produrre un computer portatile che rappresenti davvero l’anima dell’azienda.

Ci è riuscita, e lo ha fatto solo un anno dopo la decisione di riportare i notebook in tutti i paesi.

Un peso piuma, ma è un computer a tutti gli effetti

Troviamo il Galaxy Book Pro e il Galaxy Book Pro 360, quest’ultimo dotato di cerniera a 360° che lo rende un convertibile, può funzionare come notebook o come tablet ripiegando la tastiera sotto lo schermo.

Tra i tratti in comune la scocca in alluminio aeronautico, la presenza della piattaforma Intel Evo con Wi-Fi 6E, processori Intel di 11esima generazione con grafica Iris Xe, schermi wide color a 10 bit, il sensore biometrico nel tasto di accensione e diffusori AKG, azienda del gruppo Harman di proprietà di Samsung. La webcam resta a 720p.

Come Microsoft con la nuova gamma Surface, anche Samsung ha cercato di guardare ad aspetti più pratici e legati più all’utilizzo che alla potenza pura.

Ha ridisegnato interamente la tastiera, dotata ora di una sospensione a cupola di 1 mm che secondo l’azienda garantisce una digitazione precisa e silenziosa, ha ingrandito il touchpad, che sulla versioni da 15” occupa tutto lo spazio disponibile e ha anche inserito soluzioni come lo Studio Mode, che attiva la cancellazione del rumore intelligente durante le sessioni di videoconferenza o le registrazioni di video. La versione 360 è dotata anche di S-Pen, con una serie di app dedicate: la penna sarà in dotazione.

Nell’ottica di sfruttare al massimo l’ecosistema Samsung ha inserito alcune funzionalità che migliorano l’integrazione tra dispositivi diversi, alcune di queste simili a quelle adottate da Apple sui suoi MacBook. C’è Second Screen, che permette di estendere lo schermo usando un Galaxy Tab come schermo aggiuntivo (come fa Apple con Sidecar), c’è la connessione diretta di dispositivi Bluetooth Samsung, come gli auricolari Galaxy Buds, c’è QuickShare per condividere punto a punto i documenti, in stile AirDrop e c’è SmartThings Find, per trovare oggetti e dispositivi dell’ecosistema Galaxy.

Prezzo di listino

Fr3nkMara
Copyrighted.com Registered & Protected